Per un’abbronzatura perfetta

Per un’abbronzatura perfetta
0 Flares 0 Flares ×

“Non c’è che una stagione: l’estate” diceva lo scrittore Ennio Flaiano. Perché l’estate è energia, sole, mare, caldo, tormentoni musicali, balli sfrenati e bibite frizzanti, un cocktail di colori e profumi travolgenti.

Inutile resistere all’estate, impossibile sottrarsi al richiamo della bellezza: il corpo si mette in mostra, la pelle si scalda e si colora e l’abbronzatura ci rende più sensuali e seducenti.

Allora andiamo alla scoperta dei rituali “pro sole” perfetti per i giorni hot. Senza dimenticare un’attenzione speciale per la pelle del viso, in spiaggia ma anche in città, perché il sole fa bene ma va preso a giuste dosi.

Vacanze lunghe o brevi, località tropicali o “mare sotto casa“, la voglia di sole è sempre irresistibile… Purché lo “usiamo” con cura!

Il sole fa bene al nostro capitale osseo, stimola il buonumore e promuove la sentesi di vitamina D, fondamentale per il nostro benessere.

La tintarella poi rende tutte più sensuali, minimizza le imperfezioni e fa sembrare decisamente più snelle, a patto però che il colore sia uniforme e luminoso. Una buona esposizione fortifica le ossa e irrobustisce la pelle, perché risveglia il sistema immunitario, favorisce il turnover cellulare e l’ossigenazione.

Ma come ottenere i massimi vantaggi dal sole allora? Semplicemente abbinandolo all’acqua salata che esfolia dolcemente l’epidermide. Per alcuni problemi di pelle poi, il sole è una vera medicina: chi soffre di dermatite atopica, psoriasi o eczema trae grandissimo vantaggio dalla luce e dal calore solare che hanno azione antisettica e antibatterica.

L’ABBRONZATURA CHE CI FA STARE BENE



Come si ottiene quell’abbronzatura che ci fa belle e ci fa bene?

Sicuramente esponendoci al sole con gradualità, evitando le ore centrali della giornata e soprattutto proteggendo la pelle con i filtri solari. Con lo schermo solare, infatti, i raggi diventano, per così dire, “buoni” e si evitano le scottature che non vanno assolutamente sottovalutate in quanto sono veri e propri traumi per la pelle!

E’ importante, quindi, scegliere un prodotto di qualità. Ma come scegliere il prodotto ideale? Le linee cosmetiche offrono protezione attraverso filtri fisici e filtri chimici. Quelli fisici contengono minerali che deviano o bloccano i raggi solari, tendono ad avere consistenza densa e risultano opachi sulla pelle.

Quelli chimici, invece, assorbono i raggi solari attraverso una reazione che disperde l’energia in eccesso sotto forma di calore e solitamente sono molto scorrevoli sulla pelle. La scelta tra questi due diversi tipi di protezione dipende dalle nostre preferenze: sono entrambi sicuri, quelli fisici sono più adatti a chi è a rischio allergia, ma quelli chimici garantiscono una protezione a più ampio spettro, sono più leggeri sulla pelle e permettono l’eliminazione del colore.

IL RITUALE DEL DOPO

Dopo i bagni di sole, la pelle reclama dolcezza e trattamenti antistress. Quindi laviamo bene la pelle, ma con detergenti delicati: è importantissimo rimuovere completamente i residui dei filtri solari, utilizzati precedentemente, per lasciare i pori liberi e la pelle pulita e pronta a ricevere i principi riparatori del “doposole“.

Poi possiamo coccolarci con dosi abbondanti di aftersun, che ha funzione lenitiva, decongestionante e restitutiva per ripristinare il film idrolipidico impoverito dall’esposizione e dai frequenti bagni in mare. In particolare sul viso è importantissimo frenare l’invecchiamento epidermico con attivi antiossidanti e vitaminici specifici.

Ora che sappiamo tutti trucchi per un’abbronzatura perfetta possiamo lasciare che il sole ci baci dolcemente. Perché una meravigliosa estate ci aspetta!



0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×