Kaosmagazine 12 marzo 2016
Il ruolo di un broker di opzioni binarie

Quando si decide di darsi al trading utilizzando un’opzione binaria, è ovviamente necessario interfacciarsi con il mercato per poter eseguire le operazioni necessarie, queste ultime sono molto semplici da eseguire: ma dove?



E’ questo il ruolo dei broker di opzioni binarie: fungere da intermediario tra l’investitore e i mercati, permettendogli di comprare e vendere le opzioni, scegliere un broker di opzioni binarie è pertanto una scelta chiave: in presenza di un mercato dove i rendimenti sono diversi, e ogni broker ha anche una diversa selezione delle attività sottostanti su cui operare, è importante essere bene informati su chi sia, e come operi, tale broker.

Nel momento in cui ci si affida a un broker, pertanto, gli si sta dando la propria fiducia: sarà lui a custodire i soldi presenti nel nostro conto presso di lui; sarà lui a scegliere quali asset offrire per il trading; sarà lui a determinare i profitti per ogni operazione – a seconda del broker infatti cambiano i ritorni sulle operazioni con un’opzione binaria, che non è quasi mai in verità uguale nei suoi parametri quando si confrontano le opzioni offerte da un broker piuttosto che da un’altro – e sarà sempre lui a doverci restituire il nostro capitale investito con l’aggiunta dei nostri eventuali guadagni, spesso molto ingenti.

Le scelte tecnologiche dei broker influenzano anche la facilità del trading sulla piattaforma di ogni broker: è anche così che – mentre viene offerto un servizio al cliente – il broker influenza (positivamente o negativamente, a seconda del caso) i risultati degli investitori che si sono rivolti a lui.

Anche le politiche in termini di bonus – e di rimborsi sulle operazioni condotte senza successo – hanno un forte impatto sulle strategie dei trader; motivo per il quale spesso il proprio broker è più un partner, che un fornitore.

Come scegliere un broker di opzioni binarie

La scelta di un broker di opzioni binarie è fondamentale: come detto è il broker infatti che funge da interfaccia tra il mercato e l’investitore; il livello di servizio che il broker è in grado di offrire, nonché la qualità del servizio stesso, ha quindi un impatto diretto sulle probabilità di successo del trading con un’opzione binaria.

Una prima scrematura, per quanto concerne i broker di opzioni binarie, può essere fatta usando i seguenti criteri:

La lingua: è ovviamente meglio che il broker parli la nostra lingua, sia sul proprio sito web – ove risiede peraltro l’interfaccia per il trading, dove si svolgeranno le nostre operazioni – che a livello call center, non tutti gli operatori hanno deciso di tradurre le loro piattaforme in Italiano, per cui è sempre bene assicurarsi che il broker a cui ci si vuole rivolgere lo abbia fatto, e abbia assunto per la parte relazione al cliente (chat, telefono, mail) degli operatori madrelingua e competenti.

La serietà: anche se online non è possibile fare una scrematura in questo senso efficacissima, essendo che comunque internet può trarre in inganno, la proliferazione di siti dedicati alle opzioni binarie e di broker dell’ultima ora che hanno raffazzonato il loro sito e la loro tecnologia ha fatto sì che l’offerta sia cresciuta esponenzialmente, ciononostante, i broker cui va la nostra fiducia rimangono pochi: è giusto quindi fare attenzione alla qualità del sito, la prontezza del servizio clienti quando si fanno semplici domande PRIMA si essersi iscritti e aver depositato il proprio denaro, nonché alla reputazione online del broker che state visitando, attenzione, veramente.

L’offerta: non tutti i broker offrono lo stesso numero di tipi di opzione binaria per il trading, nonché lo stesso numero di attività sottostanti: è importante quindi controllare che l’offerta sia sufficiente a lasciare all’investitore aperte un numero sufficiente di porte per fare trading con un’opzione binaria nel modo che preferisce, è anche importante, sempre sotto l’ombrello dell’offerta, informarsi sull’entità dei bonus offerti dal broker nonché la loro frequenza; infine consigliamo di controllare anche se il broker dove state pensando di investire è tra quelli che rimborsano alcune operazioni nel caso in cui non siano andate a buon fine: alcuni broker rimborsano fino al 15% del capitale investito.

Consiglio di leggere le tante guide utili presenti sul sito www.ilmigliorebrokerforex.com dove ci si può informare nel dettaglio sulla figura del broker forex, capire quali sono i migliori, conoscere tutte le possibili regolamentazione ad avere molti consigli pratici ed interessanti per non rimanere fregati.